ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Banche: il primo semestre con il segno rosso

Se si guarda ai principali istituti di credito quotati a Piazza Affari, infatti, al 30 giugno scorso l’aggregato dei risultati netti e’ negativo per 295 milioni di euro rispetto a oltre 6,3 miliardi di utile del 2019.

Complice la pandemia da Covid-19 – come riporta un bell’articolo di Affari Italiani – che ha portato nuove pesanti svalutazioni sui crediti a bilancio, il primo semestre del 2020 e’ stato un periodo molto complicato per il sistema bancario italiano. Se si guarda ai principali istituti di credito quotati a Piazza Affari, infatti, al 30 giugno scorso l’aggregato dei risultati netti e’ negativo per 295 milioni di euro rispetto a oltre 6,3 miliardi di utile del 2019. Sul totale pesano sicuramente componenti straordinarie, come quelle che hanno portato il Monte dei Paschi a perdere 845 milioni fra aprile e giugno e Unicredit a chiudere i sei mesi in rosso di 2,28 miliardi, con le perdite in Turchia e le spese per gli esuberi del personale, gia’ messi a bilancio, di fronte alle quali non bastano gli oltre 420 milioni di utile nel secondo trimestre. Ma quello concluso a giugno sara’ l’ultimo semestre che vedra’ il panorama bancario italiano nelle forme in cui e’ stato visto negli ultimi anni. Con la conclusione dell’opas lanciata da Intesa su Ubi, che ha visto la banca guidata da Carlo Messina conquistare il quarto istituto italiano, le carte in tavola sono destinate a sparigliarsi anche per gli altri. Chi si appresta a giocare un ruolo da ’emergente’ e’ senza dubbio Bper: l’istituto modenese non solo ha visto i numeri del primo semestre tenere, ma anzi, ha saputo migliorarli, con l’utile che e’ cresciuto del 4,1% rispetto all’anno precedente. E ora, dopo un aumento di capitale che sara’ messo in campo nei prossimi mesi, si prepara a fare un ulteriore salto dimensionale, acquisendo proprio da Intesa 532 filiali che la banca deve cedere per soddisfare le condizioni poste dall’Antitrust per acquisire Ubi. Anche Banco Bpm – l’istituto nato dalla fusione fra Bpm e il Banco Popolare, la prima effettuata sotto l’egida della Bce – deve trovare una nuova direzione per il futuro.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT
EN IT