ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Banche italiane: l’analisi dei conti trimestrali

Un risultato su cui riflettere e che mette in evidenza le potenzialità presenti – per tutti – sul territorio italiano, anche in un momento di così evidente difficoltà.

Dalla consueta analisi – che si può leggere su Il Corriere della Sera – dei conti trimestrali emergono alcuni fattori caratterizzanti il periodo. Anzitutto la tenuta di Intesa Sanpaolo, che realizza utili per 3,073 miliardi nei nove mesi. Nessuna altra banca italiana è in stata in grado di tenere il suo passo. Dietro a Intesa Sanpaolo chi ha fatto più utili nei primi nove mesi dell’anno è stato il Banco Bpm di Giuseppe Castagna, fermatosi a 262,5 milioni di euro. Secondo elemento rilevante è il rosso di Unicredit. Le svalutazioni di inizio anno sono destinate a condizionare tutto l’esercizio, che si avvia alla chiusura con perdite che potrebbero stabilizzarsi attorno al miliardo. Al momento il gruppo guidato da Jean Pierre Mustier perde 1,6 miliardi. Lo scorso anno, a quest’epoca, ne guadagnava 4,2.

Nell’ultimo trimestre Unicredit ha realizzato utili per 680 milioni, anche in virtù di minori accantonamenti rispetto al trimestre precedente (937). Nei nove mesi, il gruppo in Italia ha realizzato ricavi totali per 4.812 milioni di euro. Intesa Sanpaolo è a 13 miliardi, Banco Bpm a 3.099 milioni. Si scontano alcune rinunce a fonti di reddito nel recente passato, ma è evidente che il 2021, con l’arrivo alla presidenza di Pier Carlo Padoan e il rinnovo del consiglio di amministrazione, potrà rappresentare un momento di importante discontinuità.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT