ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

BANCHE SPAGNOLE IN TURCHIA: INTERVIENE LA BCE

La notizia è arrivata alla chetichella, quando le Borse europee cominciavano a scontare cali oltre il punto percentuale. La chiusura mista di Wall Street e quelle negative delle piazze asiatiche, però, parevano giustificare il tutto: i mercati hanno reagito con delusione alle mosse della Fed, forse sperando in un aumento del volume di acquisti del Qe e non solo in un prolungamento di tre anni dell’attuale tasso di interesse. Nelle intenzioni della Bce e del suo Consiglio direttivo, però, c’era altro a giustificare l’ultima mossa emergenziale in fatto di supervisione bancaria: l’esclusione temporanea per gli istituti sistemici dell’Eurozona dell’esposizione verso la Banca centrale dalla loro ratio di leverage. Ovvero, non rientraranno in quel misuratore gli assets come monete, banconote e gli stessi depositi detenuti presso l’Istituto centrale. Una mossa meramente tecnica, ma decisamente politica e sostanziale per i bilanci per le cosiddette G-SIBs (Globally Sistemically Important Banks) europee e le sussidiarie di banche estere operanti nell’Eurozona. E a far riflettere è il fatto che, nonostante il basso profilo scelto per comunicare la decisione, l’Eurotower non abbia fatto nulla per nascondere il carattere emergenziale e di eccezionalità dell’ennesima deroga concessa: “Circostanze eccezionali legate alla crisi da coronavirus”.

Perché allora la deroga appena comunicata resterà in vigore fino a 27 giugno 2021? Pare un déjà vu della promessa della Fed di intervenire solo per due settimane al fine di riequilibrare il mercato repo nel settembre 2019, salvo poi istituzionalizzare le aste fino alla scorsa primavera inoltrata. Il Covid è ormai la coperta di Linus. Buona per giustificare tutto e il contrario di tutto, visto che l’escalation di nuovi contagi e il rischio di altri lockdown sono fenomeni noti da settimane. Anche perché lo scorso 10 settembre, al termine del board della Bce, Christine Lagarde non ha fatto minimamente cenno alla nuova criticità cui si è appena dato risposta. E il perché è tanto semplice quanto preoccupante. Il giorno seguente alla riunione del Consiglio dell’Eurotower e a Borsa chiusa, Moody’s ha infatti comunicato il downgrade del rating della Turchia, una mossa non programmata.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT
IT EN