ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Coronavirus e banche: saranno fondamentali i servizi digitali

  • Home
  •  / 
  • News dal mondo
  •  / 
  • Coronavirus e banche: saranno fondamentali i servizi digitali

Oggi emerge il valore della digitalizzazione dei servizi bancari: e l’Italia non era pronta per questo cambio repentino!

«Solo nelle ultime due settimane di marzo c’è stato un calo dell’operatività fisica di oltre il 50% e un incremento dell’operatività digitale di oltre il 30% per servizi come bonifici, investimenti, disinvestimenti, gestione portafoglio, riallocazione del risparmio, richieste di prestiti – precisa Marco Giorgino, docente ordinario di Financial Markets and Institutions alla School of Management del Politecnico di Milano –. C’è però una criticità: la digitalizzazione dei servizi è necessaria ma non sufficiente. Se le istituzioni non faranno tutto ciò che sarà necessario perché riparta al più presto l’economia reale le banche da sole conteranno poco».

In Italia, secondo l’Osservatorio Fintech e Insurtech del Politecnico di Milano, operano 326 aziende del settore: molte di queste – riporta il Corriere della Sera – si occupano di servizi bancari, finanziari e assicurativi, oppure operano a supporto dei gruppi tradizionali. Cos’hanno di particolare? Usano i big data e l’intelligenza artificiale, e sono in grado di integrare applicazioni diverse in un’unica soluzione. Molte aziende fintech sono partner degli operatori tradizionali che hanno scelto di implementare l’innovazione dei servizi offerti ai loro clienti. E diventeranno sempre più importanti, vista la crescente richiesta di digitalizzazione dei processi. Ma qual è la situazione oggi?

«Questa crisi è diversa da quelle degli ultimi 100 anni. È molto più pervasiva, interessa l’intero pianeta e interi comparti dell’economia – spiega Giorgino –. È uno shock simmetrico che ha effetti su situazioni asimmetriche con strutture dei sistemi economici e finanziari diverse. E con misure che al di là delle dimensioni, non possono essere le stesse». Adesso quello che serve è dare liquidità al sistema finanziario ed economico, nell’attesa che l’economia abbia possibilità e spazio per ripartire (una volta terminata l’emergenza sanitaria). La Bce ha messo in campo una quantità di risorse straordinaria, per oltre 2000 miliardi di euro, mentre l’Europa ha raggiunto (dopo varie discussioni) un accordo che prevede 500 miliardi di euro disponibili subito, più un fondo per la ripresa a venire. L’Italia, dopo alcune misure come la sospensione delle scadenze fiscali e la moratoria sui debiti, ha messo in campo 400 miliardi di euro per cercare di risollevare l’economia del Paese. E come possono questi aiuti arrivare a destinazione?

coronavirus e banche_ saranno fondamentali i servizi digitali - ACT Finanz, wealth management e Gestori patrimoniali in svizzera

RILEGGI IL NOSTRO ARTICOLO RIGUARDANTE L’OUTLOOK 2020 DI ACT FINANZ (Fabio Gallo, CEO – GianLuca De Risi, CIO)

wealth management lugano, wealth management svizzera - Gestori patrimoniali svizzera - Fabio Gallo Act Finanz - GianLuca De Risi Act Finanz
wealth management Lugano, wealth management Svizzera – Gestori patrimoniali Svizzera – Fabio Gallo Act Finanz – GianLuca De Risi Act Finanz
IT
EN IT