ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Economia verde nel 2021: la “muraglia verde” africana

La via green verso lo sviluppo economico è stata intrapresa. Molti paesi hanno sviluppato leggi e strategie per promuovere la conservazione del pianeta e soprattutto hanno messo al centro fondi ingenti e investimenti per arrivare al risultato

Da una decina di anni, nell’Africa subsahariana, si parla di un futuro green: il merito sarà della “Muraglia verde”. Un progetto da 4 miliardi di dollari l’anno che consentirebbe di piantare alberi da Gibuti al Sudan. Il tutto entro il 2030 per combattere l’impoverimento dei terreni e la desertificazione. Il Covid e le disparità politiche nei paesi coinvolti, hanno però causato grandi rallentamenti nella sua messa a punto.L’11 gennaio 2021, durante il One Planet Summit for Biodiversity, sono stati promessi 14 miliardi di dollari per terminare l’opera. Per ora il progetto è completo solo al 4%. Lo stesso Joe Biden, rientrato nell’accordo di Parigi, si è dimostrato propenso a trovare fondi per garantire un futuro con nuovi posti di lavoro alle popolazioni africane. L’Africa green sarà un esempio per altri paesi, che ripartiranno dopo il freno e la crisi causata anche dalla pandemia.

Il progetto per un’Africa green

Nel 2020 l’Africa subsahariana ha sofferto la fame: i dati del global Hunger Index 2020, mostrano che 1 abitante su 5 cinque non ha accesso al cibo. Oltre al Covid, fra le cause principali, vi è l’incremento della desertificazione, che impedisce alle popolazioni di poter coltivare terreni e allevare animali. La “Muraglia verde”, prevede l’impianto di alberi della resistente acacia e coltivazioni in serra per circa 8mila km: dall’Oceano Indiano all’Atlantico, con un costo di circa quattro miliardi di dollari l’anno.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT