ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Banche italiane? Si possono considerare solide?

Scegliere una banca è un “atto” assai importante: la scelta avrà a che fare con il vostro patrimonio e bisogna tenere in considerazione diversi fattori e per prima cosa bisogna valutarne l’affidabilità.

In tutto ciò, ha avuto un peso fondamentale l’entrata in vigore del “bail in”, normativa europea che ha modificato le risoluzioni dell’eventuale crisi di una banca del Vecchio Continente. Un obbligo riguardante tutti i paesi dell’Unione Europea, anche se spesso, come si è potuto notare in Italia nel salvataggio di alcune banche in grandi difficoltà, gli stati membri hanno adottato qualche escamotage per cercare di rendere meno doloroso l’impatto sugli utenti bancari.

Capire se una banca sia realmente affidabile, non è certo facile per i comuni cittadini. Un indicatore fondamentale per comprendere la solidità di una banca è il CET1 che trovi su https://contocorrente.net/cet1-banche-italiane-2019-lelenco-completo/649, dov’è possibile farsi un’idea su quali istituti italiani rispettino i parametri previsti dall’Unione Europea per considerarsi al riparo da possibili, ed imprevedibili, shock finanziari. E che in molti, non a torto, vorrebbero che le banche pubblicassero, in modo chiaro e facilmente reperibile, nei propri siti internet. Un indicatore, il CET1, atto a comprendere se un istituto abbia un elevato grado di liquidità: una banca liquida, infatti, è considerata sicura.

EN