ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Economia e calcio: petroldollari arabi vs fondi americani

E lo scenario è sempre più ricco, vedendo due schieramenti impegnati nella lotta fra FIFA e UEFA

Un rinnovato asse fra l’UEFA e le Federazioni nazionali, dovuto anche alle ristrettezze della pandemia che hanno indotto l’UEFA stessa a cercare finanziamenti per poterli distribuire ai club impegnati nelle proprie competizioni. Un finanziamento – secondo un interessante articolo/inchiesta de ilposticipo.it – che sarebbe “molto economico” per i club, con tassi di interesse previsti al 2%. E così l’organismo presieduto da Ceferin starebbe mettendo su un fondo di 7 miliardi di euro per contrastare gli effetti economici della pandemia. Xome riporta il Financial Times, fra i partner scelti vi sarebbero la banca d’affari Goldman Sachs, la banca d’investimento australiana Macquarie e il fondo di private equity americano Apollo Management. Qualcuno ha tirato in ballo anche Unicredit, anche se fonti vicine alla banca, riprese da MF, avrebbero riferito che non sarebbe riuscita a essere inserita nella short list della UEFA, e anche Citibank, anche se non è chiaro se il gruppo americano abbia presentato un’offerta in tempo utile.

Un fronte comune e compatto contro le proposte della FIFA, appoggiate dai petrodollari arabi, per un calcio più globalizzato. Petrodollari sempre più presenti nel panorama del calcio europeo che conta, con l’ingresso del fondo sovrano dell’Arabia Saudita nella Premier League, a seguito dell’acquisto del Newcastle. Una nuova proprietà che va ad affiancarsi a quelle del Manchester City e del PSG, rispettivamente dello sceicco Mansour e di Nasser Al-Khelaifi, rappresentanti dei fondi sovrani degli Emirati Arabi e del Qatar. Fondi che investono sempre di più nel calcio e che spingono verso la globalizzazione ed il coinvolgimento dei paesi arabi nel calcio che conta, con investimenti importanti anche nei media e nelle trasmissioni degli eventi sportivi. E che, appunto, dopo aver ottenuto i mondiali in Qatar nell’inverno prossimo, spingerebbero per i mondiali ogni due anni. Ci riusciranno? O l’UEFA saprà resistere, forte anche dell’afflusso dei finanziamenti americani.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanzFabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
EN