ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

OUTLOOK 2020 – Act Finanz, Visione Macro e Prospettive

Ecco l’Outlook 2020 made by ACT FINANZ (Fabio Gallo, CEO – GianLuca De Risi, CIO). Visione Macro e Prospettive

L’opinione diffusa è che presto si possa andare incontro ad una recessione, ma per quanto ci riguarda, riteniamo di essere solo in presenza di un rallentamento economico di metà ciclo, così come si è verificato nel 2015-2016. Si registra infatti la stessa identica contrazione dell’attività manufatturiera che causò una flessione del commercio globale. Come conseguenza ci fu uno storno dei mercati azionari dalla primavera del 2015 fino a febbraio del 2016, prima di un ritorno sui massimi. Infatti, adesso come allora, la continua crescita del settore dei servizi, ha sostenuto e controbilanciato la flessione del settore manifatturiero, mantenendo l’economia mondiale in buona salute.

Secondo le nostre analisi sui cicli presidenziali, l’anno 2020 avrà delle forti analogie, per quanto riguarda l’andamento dei mercati azionari, a quanto avvenuto nel 2016. Alla vigilia delle presidenziali americane del 2016 si registrò una contrazione economica. Immediatamente dopo la vittoria nelle primarie repubblicane dell’allora candidato Donald Trump, i mercati statunitensi toccarono un minimo, però i rendimenti tornarono a crescere in modo deciso a seguito della tornata elettorale presidenziale.

Se anche nei prossimi mesi, alcuni paesi dovessero andare incontro ad un rallentamento economico o ad una lieve recessione, pensiamo ad esempio al Regno Unito con il problema della Brexit, la crescita economica derivante dalle altre aree geografiche garantirebbe comunque un incremento positivo del PIL mondiale.

Al di là della dinamica macroeconomica di fondo, i mercati azionari hanno, secondo noi, prezzato eccessivamente i rischi derivanti dalla guerra commerciale di Trump. Pensiamo che in realtà, l’atteggiamento del presidente americano sia rivolto più che altro verso l’elettorato interno. Escludiamo che nell’anno delle Presidenziali, Trump farà qualunque azione strutturale che recherebbe ripercussioni negative all’economia americana. Non dimentichiamo inoltre, che le principali Banche Centrali hanno fatto intendere chiaramente che interverranno per fare fronte a qualunque rischio di rallentamento economico con un atteggiamento sempre molto accondiscendente verso i mercati. Per questo riteniamo che, in questa fase, qualunque storno dei mercati azionari sia in realtà un’opportunità di acquisto.

Coronavirus: Nella storia mai alcun “virus” con diffusione su scala globale ha causato impatti a medio termine sui mercati azionari (lo si può notare anche dal grafico seguente).

Act Finanz: Visione Macro e Proiezioni

Le nostre analisi di fine anno evidenziavano per il 2020 – sulla base anche di quanto si può leggere su proiezionidiborsa.it – un probabile minino annuale del mercato azionario tra gennaio/febbraio, al più tardi entro il 20 marzo (primo step di setup secondo la nostra analisi ciclica), motivo per cui abbiamo leggermente alleggerito la componente equity ad inizio gennaio, riacquistando poi sullo storno di fine mese.

Due eventi catalizzatori, prima l’uccisione del generale iraniano Soleimani e poi il Coronavirus, sono state le cause che hanno rafforzato la nostra visione che il minimo annuale sia proprio stato quello di fine gennaio. A questo punto è possibile un rally fino al 20 marzo con massimi annuali ad agosto o ancora più probabilmente a dicembre, sia per ragioni statistiche che cicliche. A supportare tale visione non va dimenticato anche il probabile calo dell’incertezza dopo l’esito delle elezioni presidenziali americane di novembre.

Non escludiamo possibili storni fisiologici ma ci aspettiamo rialzi fino a dicembre anche in doppia cifra. In base a nostri calcoli statistici fra agosto e dicembre 2020 e fino al 2021-22 saranno da preferire i mercati asiatici ed europei rispetto a quelli americani.

Il rafforzamento dell’oro dovrebbe persistere per tutto l’anno, con un Alert in caso di violazione del livello di 1.457 nel mese di febbraio. Da maggio 2019 continuiamo a mantenere una posizione rialzista sull’ oro di almeno il 5%.

wealth management lugano, wealth management svizzera - Gestori patrimoniali svizzera - Fabio Gallo Act Finanz - GianLuca De Risi Act Finanz
wealth management lugano, wealth management svizzera – Gestori patrimoniali svizzera – Fabio Gallo Act Finanz – GianLuca De Risi Act Finanz
EN
IT EN