ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Il primo creditore mondiale? La Cina!

La Cina è il primo creditore mondiale, specializzato in prestiti transfrontalieri. E gli obiettivi che si celano dietro a tanta apparente magnanimità sono tutt’altro che filantropici

la Cina è il principale creditore degli Stati Uniti e detiene circa 1.7 trilioni di Treasury, per un ammontare pari a circa il 10% del Pil americano. Ma la Cina sta sempre di più effettuando prestiti in forma diretta (l’area in rosso), che ricadono sotto la terminologia dei prestiti commerciali e che sono frutto di accordi bilaterali con i paesi in via di sviluppo.
la Cina è il principale creditore degli Stati Uniti e detiene circa 1.7 trilioni di Treasury, per un ammontare pari a circa il 10% del Pil americano. Ma la Cina sta sempre di più effettuando prestiti in forma diretta (l’area in rosso), che ricadono sotto la terminologia dei prestiti commerciali e che sono frutto di accordi bilaterali con i paesi in via di sviluppo.

Ha sorpassato il Fondo monetario Internazionale, il Club di Parigi e la Banca Mondiale. La Cina vanta un credito pari al 6% del PIL mondiale, elargito sopratutto ai paesi più sottosviluppati, che spesso sono governati da regimi non democratici in condizioni finanziarie precarie. Perchè dunque la Cina si sta esponendo a questi rischi?

Il credito che la Cina vanta nei confronti del mondo è passato dallo 0,5% del Pil mondiale nel 1998, al 6% del Pil mondiale del 2019. Questo drammatico aumento dei prestiti e degli investimenti cinesi è quasi senza precedenti nella storia, essendo solo paragonabile all’esplosione del credito concesso dagli Stati Uniti a cavallo e dopo le due guerre mondiali.

Cina, patrimoni e banche

Questa rapida crescita dei prestiti oltreconfine cinesi, ha reso di fatto la Cina il più grande creditore del mondo, sorpassando di gran lunga il Fondo Monetario Internazionale, il Club di Parigi e la Banca Mondiale.

La Cina poi – si legge anche su risparmiamocelo.it – è il principale creditore degli Stati Uniti e detiene circa 1.7 trilioni di Treasury, per un ammontare pari a circa il 10% del Pil americano. Ma la Cina sta sempre di più effettuando prestiti in forma diretta (l’area in rosso), che ricadono sotto la terminologia dei prestiti commerciali e che sono frutto di accordi bilaterali con i paesi in via di sviluppo.

IT