ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Italia, il Decreto Fiscale e la tassazione dei trust esteri

  • Home
  •  / 
  • News dal mondo
  •  / 
  • Italia, il Decreto Fiscale e la tassazione dei trust esteri

Decreto fiscale e manovra economica: il Decreto Fiscale collegato alla Manovra 2020 introduce un importante elemento di chiarezza nella problematica della tassazione dei redditi dei trust esteri

La questione era stata affrontata dall’Agenzia delle Entrate in un passaggio specifico nella ben nota circolare 61/E del 2010, che non aveva fatto altro che alimentare l’incertezza a livello interpretativo (e dello stesso operato degli Uffici).

Nella lettura proposta, la finalità della norma sarebbe stata quella di rendere il beneficiario residente individuato soggetto passivo con riferimento ai redditi ad esso imputati dal trust, a prescindere dalla residenza dello stesso.

Questo per assicurare “che il trust estero venga assoggettato a tassazione analogamente ai trust italiani e, in particolare, ai trust opachi con riferimento all’eventuale reddito prodotto in Italia ed imputabile al trust medesimo nonché ai trust trasparenti con riferimento alla quota di reddito imputabile al beneficiario italiano”, evitando cosìil conseguimento di indebiti risparmi di imposta  che potrebbero essere conseguiti, ad esempio, nell’ipotesi di trust opachi costituiti in giurisdizioni straniere a regime fiscale agevolato.

Italia, il Decreto Fiscale e la tassazione dei trust esteri - Act finanz gestori patrimoniali
Italia, il Decreto Fiscale e la tassazione dei trust esteri – Act finanz gestori patrimoniali

Il Decreto Fiscale modifica anche l’articolo 45 del Tuir, introducendo un nuovo comma 4-quater, che stabilisce che Qualora in relazione alle attribuzioni di trust esteri, nonché di istituti aventi analogo contenuto, a beneficiari residenti in Italia, non sia possibile distinguere tra redditi e patrimonio, l’intero ammontare percepito costituisce reddito”.

È chiaramente evidente la finalità antielusiva della presunzione introdotta, funzionale ad evitare che attribuzioni di redditi da parte di trust esteri, indipendentemente in questo caso da dove questi sono stabiliti, vengano “mascherate” da attribuzioni di patrimonio, sfuggendo così a imposizione nel nostro Paese.

Maggiori info su ecnews.it
IT
EN IT