ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Patrimoni e Coronavirus – Unindustria prevede un declino peggiore al sud

  • Home
  •  / 
  • News dal mondo
  •  / 
  • Patrimoni e Coronavirus – Unindustria prevede un declino peggiore al sud

Il Coronavirus colpirà pesantemente l’economia italiana e ormai questo è un dato di fatto. Confindustria però prevede un calo ancor più pericoloso per le regioni del sud Italia.

“Con la diffusione del virus COVID-19 abbiamo registrato uno shock congiunto di offerta e di domanda: al progressivo e necessario blocco di molte attività economiche sul territorio nazionale, è seguito un crollo della domanda di beni e servizi, sia dall’interno che dall’estero”. A sottolinearlo è il presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca che commenta i dati presentati dal Centro Studi di Confindustria, secondo cui, se la fase acuta dell’epidemia finisse a maggio, avremmo una “caduta cumulata dei primi due trimestri del 2020 del Pil del -10%, con una successiva risalita lenta ed una stima del -6% per fine anno”. “Come ha avuto modo di dichiarare il nostro presidente Boccia – aggiunge Mazzuca che di Confindustria è anche il presidente del Comitato per la Coesione Territoriale – solo i prossimi mesi ci diranno se in queste ipotesi c’è realismo o eccessivo ottimismo”.

Per la Calabria le previsioni sono decisamente peggiori. Stanno venendo al pettine i nodi strutturali, più volte evidenziati, ulteriormente ingarbugliati da uno stato di emergenza che sta mettendo tutti a dura prova. Alla crisi sanitaria, che sta facendo registrare l’azione eroica di chi sta combattendo sul campo e l’infinito dolore per chi non c’è più, fa il paio il peggioramento della situazione economica – sottolinea il presidente degli industriali calabresi – con implicazioni drammatiche. Che a farne maggiormente le spese sarebbero stati i territori in ritardo di sviluppo, con tassi di disoccupazione e di inattività alle stelle era purtroppo una previsione fin troppo facile. Proprio per queste ragioni occorre sostenere in maniera decisa, incisiva e tempestiva la gracile economia calabrese. Purtroppo, anche in un momento così grave, ci sono organismi, come le ASP provinciali, che con azioni amministrative del tutto incomprensibili rischiano di bloccare le attività delle imprese della sanità arrivando a non concedere la cessione di crediti certi liquidi ed esigibili, in relazione alle prestazioni già autorizzate e validate. Occorre un sovrappiù di senso di responsabilità. C’è bisogno di sostegno non di ostacoli“.

Patrimoni e Coronavirus
Patrimoni e Coronavirus, Unindustria prevedere crisi forte nel sud Italia

RILEGGI IL NOSTRO ARTICOLO RIGUARDANTE L’OUTLOOK 2020 DI ACT FINANZ (Fabio Gallo, CEO – GianLuca De Risi, CIO)

wealth management lugano, wealth management svizzera - Gestori patrimoniali svizzera - Fabio Gallo Act Finanz - GianLuca De Risi Act Finanz
wealth management Lugano, wealth management Svizzera – Gestori patrimoniali Svizzera – Fabio Gallo Act Finanz – GianLuca De Risi Act Finanz
IT