ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Rapporto Banca d’Italia: sofferenze in calo e più prestiti alle imprese

  • Home
  •  / 
  • News dal mondo
  •  / 
  • Rapporto Banca d’Italia: sofferenze in calo e più prestiti alle imprese

Un rapporto di Banca d’Italia a giugno conferma che sono stati erogati decisamente più prestiti alle imprese.

Dal rapporto “Banche e Moneta” – come riporta anche MilanoFinanza – di Banca d’Italia è emerso che a giugno i prestiti delle banche al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti del 2,3% sui dodici mesi (+1,5% a maggio). Mentre i prestiti alle famiglie sono aumentati dell’1,6% sempre sui dodici mesi (+1,2% a maggio) e quelli alle società non finanziarie del 3,7% (+1,9% nel mese precedente)

Anche i depositi del settore privato sono cresciuti del 6% sui dodici mesi contro il 7,5% di maggio; la raccolta obbligazionaria è invece diminuita del 3,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-4,9% a maggio). Il controvalore dei Btp detenuti dalle banche italiane a giugno è risultato pressoché invariato a 434,343 miliardi di euro dai 434,089 miliardi del mese precedente. Nel pomeriggio l’aggiornamento del programma degli acquisti settimanali della Bce nell’ambito dei programmi Qe e Pepp.

Quanto alle sofferenze sono diminuite del 13,2% sui dodici mesi (a maggio la riduzione era stata dell’11,6%). La variazione, ha spiegato Banca d’Italia, può risentire dell’effetto di alcune operazioni di cartolarizzazione. In valori assoluti le sofferenze lorde sono passate da 71,207 miliardi di maggio a 68,052 miliardi; le nette da 26,181 miliardi a 26,158 miliardi.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT
EN IT