ACT Finanz - Gestori Patrimoniali Svizzera - Wealth Management Switzerland -
Close

Superbonus case: Accordo Crédit Agricole – Ance

Superobonus case: il fronte si sta allargando sempre più alle banche medie e locali e a quelle del credito cooperativo.

Anche Crédit Agricole Italia si impegna ufficialmente sul fronte degli interventi da Superbonus 110% a sostegno dell’edilizia. Lo fa per ora con un accordo – di cui non sono stati resi noti i dettagli – con Ance, l’associazione degli imprenditori edili. L’obiettivo è sostenere l’edilizia fornendo agli associati Ance soluzioni ad hoc di finanziamento a breve termine e di acquisizione del credito d’imposta in grado di favorire il rilancio dell’edilizia. Così le aziende Ance, infatti, potranno accedere a finanziamenti a breve termine e alla possibilità di acquisto del credito d’imposta, così come previsto dagli articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio.
Il Gruppo Bancario, infatti, ha recentemente stanziato 10 miliardi di euro dedicati a finanziamenti e moratorie su mutui e leasing e – fatto da sottolineare – sta mettendo a punto un pacchetto di misure per offrire la liquidità necessaria a sostenere il periodo di esecuzione dei lavori coperti da Ecobonus.

Il Crédit Agricole è presente in Italia, suo secondo mercato domestico (dopo la Francia ovviamente), con oltre 15 mila collaboratori e più di 4,5 milioni di clienti per 69 miliardi di finanziamento all’economia. E’ presente sul territorio nazionale con circa 1100 punti vendita

Con l’arrivo di Crédit Agricole si amplia ulteriormente il fronte delle banche disponibili ad accettare i crediti di imposta da Superbonus, Ecobonus, Bonus Casa e Bonus Facciate, e a organizzare finanziamenti alle imprese e prestiti ponte.

Act Finanz: il nostro management

Fabio Gallo, Act finanz
Fabio Gallo, Act Finanz Svizzera - CEO Act Finanz - ACT Finanz - Actfinanz
Fabio Gallo, CEO Act Finanz – ACT Finanz – Actfinanz
Gian Luca de Risi, Act Finanz
Gian Luca de Risi, CIO Act Finanz
IT
EN IT